News

Baretta rilancia la riforma del settore a tutela della legalità

22/06/2020

Il sottosegretario del Ministero dell’economia e finanza, Pier Paolo Baretta, durante la videointervista rilasciata ad Eurispes, è entrato nel merito della questione del gioco di stato, auspicando un riordino del settore necessario per tutelare le attività dall’illegalità. Un rischio forte e incombente che il comparto da sempre contrasta con enormi sacrifici e senza il minimo sostegno da parte dello Stato. Un sostegno che ora deve arrivare a tutti i costi, lontano da posizioni ideologiche, riconsiderando l’importanza del ruolo che le attività del settore del gioco di stato ricoprono come garanti della legalità sul territorio.
Queste le parole del sottosegretario Baretta inerenti all’esigenza di riformare il comparto: “Bisogna sapere che come ci siamo preoccupati che ci fosse un’aggressione alle nostre imprese con tentativi di acquisizione da parte dei mercati internazionali o da tentativi di stampo malavitoso, così bisogna sapere che nel caso del gioco si tratta di un settore delicato ed esposto a un rischio di invasione dell’illegalità. A questo rischio potrebbe affiancarsi l’usura. E’ bene quindi avere ben chiaro che è necessaria una riforma del sistema del gioco pubblico che vada nella direzione di una solida battaglia contro gli eccessi negativi e contro la ludopatia, ma che contrasti allo stesso tempo l’espansione della criminalità. Questo è fondamentale non solo per una questione di risorse pubbliche ma anche per una tutela del bene pubblico”.

Condividi