Skip to main content
Comunicazioni ai Soci

La consegna delle Borse di Studio Sapar

17/06/2013

Si è svolta domenica 16 giugno, presso l’Hotel Forum di Roma, la cerimonia di consegna delle Borse di Studio Sapar relative all’anno scolastico 2011-2012.
A caratterizzare la giornata pienamente estiva dopo una primavera non proprio canonica, la presenza di circa 120 persone, un record per questa iniziativa che richiama ogni anno sempre più interesse da parte dei nostri Associati. Tra i premiati pochissime le assenze, più che giustificate peraltro, e tanta partecipazione da parte delle intere famiglie che hanno voluto essere presenti  alla consegna di questo importante riconoscimento.

Concludere gli studi con ottimi voti è una grande soddisfazione per i ragazzi, ma, come ha sottolineato il Presidente Curcio nel suo saluto di apertura, anche per i genitori che vedono coronare così il loro appoggio e il loro impegno nel permettere ai propri figli di crescere culturalmente. "Studiare è importante per essere liberi, nel lavoro e nella vita" ha concluso Curcio.

La cerimonia è stata seguita dalla visita guidata al Foro Romano che ha permesso di immergersi e  toccare con mano la storia non solo dell’Antica Roma, ma di tutta l’Italia, in un’atmosfera che sa sempre di gita scolastica e di festa. La consegna delle Borse di Studio Sapar è probabilmente la tradizione più antica della nostra Associazione, che vide la luce nel lontano 1967 e che, negli anni ha visto premiare padri e figli in un lodevole ricambio generazionale.

Il presidente Curcio si è detto orgoglioso di presiedere a questa cerimonia e con le sue parole ha voluto spronare i ragazzi a continuare a mettere impegno, costanza e sacrificio nello studio e in un futuro lavoro, perché queste qualità sono i mattoni che serviranno a costruire le solide fondamenta del proprio futuro. 

Nei prossimi giorni verranno rese note le modalità di partecipazione alla prossima edizione del concorso, al quale si parteciperà con i voti riportati nell’anno scolastico appena concluso. L’augurio è di ritrovare tutti, il prossimo anno, per una nuova, piacevole, giornata associativa.

    

 

 

Condividi