Skip to main content
News

Le Autorità del gioco online in riunione a Roma

By 20/01/2014Marzo 15th, 2019No Comments
Comunicato AAMS: Riunione a Roma delle Autorità di regolamentazione del gioco online di Francia, Germania, Italia, Portogallo, Spagna e Regno Unito
 
Il 16 e il 17 gennaio si è svolta a Roma la quarta riunione informale dei regolatori di gioco d’azzardo. I rappresentanti delle autorità di Francia, Germania, Italia, Portogallo, Spagna e Regno Unito, che coprono una parte sostanziale del mercato del gioco d’azzardo europeo, hanno partecipato a questo incontro, finalizzato a una migliore condivisione delle informazioni e a un ulteriore scambio di buone pratiche tra regolatori, sviluppando temi utili da sottoporre al Gruppo di Esperti della Commissione Europea. La delegazione ha avuto l’opportunità di visitare gli uffici e la  centrale operativa di SOGEI, la Società italiana di informatica che ha sviluppato e gestisce il sistema di controllo centrale per tutte le attività di gioco nel nostro paese. I partecipanti hanno condiviso le loro opinioni su: l’evoluzione regolamentare dei mercati nazionali, le iniziative in corso in seno nell’Unione Europea in tema di gioco online, i diversi sistemi di controllo, la standardizzazione dello scambio dei rispettivi dati di mercato, il ruolo dei fornitori di software di gioco, i requisiti tecnici, la regolamentazione dei giochi di abilità e le implicazioni giuridiche sottese allo scambio dei dati personali. I regolatori hanno discusso in particolare le modalità per:
scoraggiare i fornitori di software di gioco dall’offrire agli operatori privi di licenza gli stessi prodotti che mettono a disposizione di quelli autorizzati;
collaborare in modo più efficace nella lotta contro l’offerta illegale, fornendo elementi utili alla Commissione Europea per supportare e facilitare tale attività;
condividere i dati nel rispetto dei rispettivi requisiti di protezione degli stessi;
mantenere elevati standard di tutela della pubblica sicurezza e protezione dei giocatori, che riflettano le specificità politiche e culturali dei rispettivi Stati, tenendo anche conto dell’aumento dei costi di compliance per gli operatori di gioco autorizzati in più giurisdizioni. E’ stato inoltre discusso il lavoro svolto da altre associazioni di regolatori al fine di promuovere una maggiore comunanza di norme e la possibilità di trasferirei risultati delle certificazione da una giurisdizione all’altra;
elaborare i rispettivi dati di mercato in modo da renderli confrontabili tra le giurisdizioni partecipanti.
 
Il prossimo incontro si terrà in autunno in Germania.
Condividi