Skip to main content
News

Piemonte, Sapar in campo per la tutela dell’occupazione e la sopravvivenza del comparto gioco

By 24/11/2017Marzo 15th, 2019No Comments

L’Associazione Nazionale Sapar, vista la grave situazione che sta colpendo le aziende di gestione e produzione in Piemonte, ha intrapreso diverse azioni volte alla tutela dell’occupazione e della libera impresa.

Nello specifico Sapar ha predisposto e messo a disposizione dei soci una lettera di diffida inviata via Pec o Raccomandata A/R, alla Regione Piemonte in persona del Presidente p.t., ad ogni Comune dove sono collocati gli apparecchi di pertinenza, al concessionario della rete telematica con il quale si ha un contratto e ad ADM in persona del legale rappresentante p.t; inoltre è stato predisposto un messaggio per le apparecchiature.

Sul piano della comunicazione è stato richiesto un intervento sui quotidiani piemontesi per rendere esplicite le iniziative intraprese a livello associativo e le difficoltà che imprenditori e datori di lavoro stanno riscontrando con l’entrata in vigore della legge regionale in materia di gioco.

Sono stati inoltre interpellati diversi studi legali per capire quale strategia e quali azioni giuridiche possano essere intraprese per porre un argine al regolamento.

La Sapar ha poi incontrato alcuni rappresentanti dei concessionari di rete al fine di discutere della possibilità di istituire un tavolo di crisi per la regione Piemonte.

Infine è stata predisposta ed inviata una lettera alla Corte dei Conti, al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e al Ministero dell’Economia, al fine di sollecitarli ad adoperarsi in tutte le forme, i modi, i livelli e le sedi di rispettiva competenza, per arginare l’emorragia di entrate erariali e di livelli occupazionali derivante dall’entrata in vigore della legge.

Condividi