Skip to main content
News

Confasi: preoccupati per le sorti dei lavoratori del “gioco di Stato”, chiederemo incontro con Conte

16/12/2019
confasi lavoratori gioco

Per noi di Confasi non esistono lavoratori di serie A, di serie B o, peggio, di serie Z.
Siamo vicini e pronti a sostenere i legittimi diritti dei lavoratori del mondo del “gioco di Stato”. La manifestazione di domani, 17 dicembre, in Piazza Montecitorio a Roma della Sapar, associazione nazionale che raduna circa 1500 fra gestori, produttori e rivenditori di apparecchi da intrattenimento, rappresenta anche le preoccupazioni di circa 150mila dipendenti del settore. Che fine faranno loro e le loro famiglie in caso di chiusura?

Gli aggiustamenti delle Manovre non si fanno sulla pelle dei lavoratori! Abbiamo visto troppe vicende consumarsi sulle parti più deboli, sui singoli lavoratori e le loro famiglie, primi a pagare decisioni meramente politiche prese lontano dai loro interessi.
Nello stesso tempo abbiamo valutato positivamente un passaggio del presidente Sapar, Domenico Distante, espresso in un recente comunicato stampa: “Il nostro settore – leggiamo nella nota – non intende sottrarsi alla regolamentazione, ma abbiamo bisogno di norme certe, quelle stesse previste dal Decreto Dignità e mai poste in essere, e soprattutto di una tassazione ragionevole”.

Sono parole che, come sindacato che è sempre stato da una sola parte, quella dei lavoratori, non possiamo sottovalutare, consapevoli che una sana imprenditoria è motore di sviluppo lavorativo ed economico per il Paese.

Sul tema della salvaguardia del lavoro e dei diritti dei lavoratori, Confasi non è disposta a fare un solo passo indietro.
Il presidente Giuseppe La Ghezza, il segretario generale Giovanni Lippolis e il consiglio direttivo della Confasi sono già al lavoro per organizzare un’azione mirata a salvaguardare i livelli occupazionali della categoria.

Seguendo questo solco, chiederemo nelle prossime ore direttamente al presidente del Consiglio dei ministri Giuseppe Conte un incontro.

Con questa lettera ( qui scaricabile in pdf ) la Segreteria di Confasi, Confederazione Autonoma Sindacati Italiani, ha espresso la propria vicinanza ai lavoratori del gioco di Stato, sostendendo la manifestazione organizzata da SAPAR, che martedì 17 dicembre vedrà riuniti in Piazza Montecitorio tutti gli operatori del settore, decisi a far valere il diritto al lavoro e a difendere il proprio futuro. Un sostegno, quello di Confasi, avvalorato dalla richiesta di incontro con il Premier Conte che la Confederazione dichiara di presentare nelle prossime ore.

 

SCARICA IL DOCUMENTO ORIGINALE

Condividi