Skip to main content
News

Distante: “Bene sospensione Preu e blocco decadenza titoli ma non basta, servono misure fiscali forti e fronte comune”

12/03/2020

“In una situazione così critica esprimiamo apprezzamento per quanto ha stabilito l’ADM (sospensione della base imponibile forfettaria del Preu fino al 3 aprile, blocco della decadenza dei titoli autorizzatori e restituzione smart card), ma da sole queste misure non bastano per risollevare il settore, che sta vivendo una crisi senza precedenti”.

È  quanto ha dichiarato ad Agimeg il Presidente SAPAR Domenico Distante, a seguito della circolare dei Monopoli di Stato emanata in aiuto del settore degli apparecchi per reggere l’urto dell’emergenza coronavirus.

“Il problema più grande è che abbiamo i soldi fermi, le monete e le banconote nelle macchine e nei cambiamonete. Non possiamo andare a ritirarli, visto che ora i bar e le sale giochi sono chiuse, con problemi di ordine pubblico in quanto sono anche a rischio furti. Il settore, dopo la chiusura forzata delle saracinesche, è al collasso. I dipendenti dobbiamo pagarli ma non facciamo incassi, gli F24 li dobbiamo pagare, è una situazione insostenibile. Ci auguriamo che il Governo emani, forse già dalla giornata di domani, provvedimenti fiscali in grado di risollevare non solo il nostro settore, ma tutte le imprese italiane, che sono completamente bloccate”, ha proseguito Distante, che chiede a tutte le associazioni del settore degli apparecchi da intrattenimento di “fare fronte comune per affrontare questa emergenza. Serve navigare tutti nella stessa direzione, lasciando da parte le ruggini delle battaglie passate. Dobbiamo interloquire con il Governo a una sola voce, solamente così possiamo aiutare le istituzioni a comprendere le nostre problematiche, aiutando in questo modo il nostro settore”.

Condividi