Skip to main content
in evidenzaNews

Il giornalista affetto dalla sindrome di Dunning-Kruger

06/05/2021

Facciamo due premesse.
La prima è che di idioti il mondo è pieno e probabilmente in Italia ce ne sono anche più della media mondiale.
La seconda è che la foto dell’autore di Questo Articolo (quello sveglio a destra e con il coltello in mano) è presa dal suo profilo Twitter.

Ma il punto non è questo.

In questo articolo si narra di un tipo che spende troppo al gioco e si inventa scuse per non essere sgridato dalla fidanzata.

Il punto non è un idiota che spende più di quello che potrebbe al gioco e neanche che si è inventato di essere stato rapinato per non farsi sgridare dalla fidanzata.

E non basta neanche derubricare il tutto a “ludopatia imperante” perché allo stato attuale non vi è evidenza alcuna che fosse ludupatico ma solo la sua stupidità. E ove lo fosse sarebbe uno dei 30mila ludopatici (fonte sole 24ore) su 60 milioni di Italiani.

Il problema è che se ne parli in questi termini, il problema è che una testata giornalistica impieghi il proprio tempo e inchiostro a scrivere di un idiota come ce ne sono milioni. Un idiota che non ha ucciso nessuno se non la propria dignità inventandosi balle con la fidanzata e facendo perdere tempo ai carabinieri. Nell’artico parla di “ Videopoker” che non esistono dal 2004 e questo è un indizio che ci fa supporre che il giornalaio in questione non abbia mai vinto alcun premio Pulitzer e dubitiamo lo vincerà in futuro.

Ma un danno lo fa comunque.

Lo fa all’opinione pubblica poco attenta e per cui basta un articolo scritto male e verificato meno per farsi un’idea sbagliata.

Intanto vorremo sapere in quale luogo l’idiota si è recato a giocare visto che da 10 mesi qualunque punto gioco è chiuso per decreto, il Giornalaio autore dell’articolo non se lo chiede, probabilmente troppo impegnato a ripetere gli stessi concetti più volte per riempire la pagina.

Magari il punto della questione è proprio questo. l’Idiota ha giocato in una bisca clandestina regalando i soldi alla malavita? E quanti italiani lo stanno facendo da quando lo stato non ha lasciato loro alternative? Solo quest’anno gli italiani hanno regalato 35 miliardi alla malavita (fonte ADM).

Questa dovrebbe essere l’unica domanda seria da farsi. Questo dovrebbe essere l’unico argomento di cui ha senso scrivere non foss’altro per il rispetto che si dovrebbe portare al proprio ruolo di giornalista.

Ma probabilmente l’autore di questo inutile articolo soffre della sindrome di Dunning-Kruger.

“L’effetto Dunning-Kruger è una distorsione cognitiva a causa della quale individui poco esperti in un campo tendono a sopravvalutare le proprie abilità autovalutandosi esperti a torto.” (Fonte Wikipedia)

FONTE IL RESTO DEL CARLINO
Condividi